Pagine

giovedì 6 settembre 2012

PELIA INVIA GIASONE ALLA CONQUISTA DEL VELLO D'ORO - versione di greco

Si dice che Giasone sia da una parte figlio di Esone, dall'altra nipote di Pelia re della Tessaglia, e poichè si distingueva tra i compagni in forza e bellezza del corpo e dell'anima desiderò compiere per qualcuno un'azione degna di nota. Così Perseo vedendo che tra quelli a suo favore anche alcuni altri avevano ricevuto per delle spedizioni estere la ricompensa dei rischi tra una gloria eterna, ricevettero la sua stima. Perciò dopo aver comunicato il progetto al re lo trovò immediatamente d'accordo, anche se Pelia non si affrettava a condurre il giovane alla fama, come se temesse di morire nelle spedizioni audaci; infatti da una parte era stato privato di figli maschi dalla natura, dall'altra aveva cura del fratello poichè non aveva un figlio come compagno con cui ascendere al potere. mentre nascondeva questi sospetti, dopo aver ordinato di rifornirsi di cose utili per la spedizione, sollecitò a protare a termine l'impresa preparando la navigazione verso la Colchide contro la pelle dell'ariete chiamata vello d'oro

1 commento:

  1. È davvero sconveniente che si permetta la diffusione di simili traduzioni oscene

    RispondiElimina