Pagine

venerdì 22 marzo 2013

VERBA TIMENDI - grammatica greca


PROPOSIZIONI SOSTANTIVE CON IL CONGIUNTIVO

VERBA TIMENDI
-          Proposizioni sostantive rette da verbi che esprimono timore come:
      » φοβοῦμαι                                                  » ὀκνέω
      » δέδια                                                         » δειμαίνω
      » κίνδυνός ἐστι   “c’è pericolo”                   » φόβος ἐστίν  “c’è timore”
-          Se le sostantive sono negative, sono introdotte da:
      » μή      » se si teme che avvenga qualcosa che non si desidera
      » μή οὐ » se si teme che non avvenga qualcosa che si desidera
-          Verbo » di regola è al congiuntivo (ma può essere talvolta anche al futuro indicativo)
                  » es: φοβεῑται μὴ πάντα τὰ ἔσχαντα πάθῃ “teme di subire i tormenti più atroci”
                  » all’ottativo obliquo in dipendenza da tempi storici
                  » si trova l’indicativo per indicare un fatto che si teme sia già avvenuto
                  » es: νῡν δὲ φοβύμεθα μὴ ἀμφοτέρων ἅμα ἡμαρτήκαμεν
                     “ ora però temiamo di aver sbagliato in entrambi i casi”
                  » si trovano anche espressioni ellittiche per cui si sottintende il verbum timendi con μή/οὐ μή
                  » οὐ μὴ τοῡτο γένηται = οὑ φόβος ἐστὶ μὴ τοῡτο γένηται 
                    “non c’è da temere ciò che accada”
                  » se i verba timendi sono seguiti da un infinito, significano “evitare”, “esitare”, “non osare”
                  » es: φοβούμεθα λέγειν  “esitiamo a parlare” o “non osiamo parlare”

Nessun commento:

Posta un commento