Pagine

domenica 20 gennaio 2013

LA SCUOLA SICILIANA - letteratura


SCUOLA SICILIANA

-          Nasce come esperimento di traduzione della poesia lirica provenzale in un volgare italiano
-          Federico II » figlio di Enrico VI e Costanza d’Altavilla (coniugi dal 1186) » Sicilia capo dell’impero
                         » diventa imperatore nel 1220, nel 1230 raggiunge la pace con papa Gregorio IX
                         » avendo la tranquillità politica, può dedicarsi al altri interessi, tra cui la poesia
                         » rilancia il modello della Magna Curia ( = insieme degli uffici e relativi funzionari in
                            cui si articola la vita politica e sociale siciliana) e accentra la figura dell’imperatore
                         » nascita della corte di Federico (laica, internazionale, multilingue, mobile)
                         » promuove la nascita di una nuova letteratura poetica in lingua volgare per contrastare il
                            primato del latino e opporre la cultura laica a quella dei chierici
-          Lingua = siciliano “illustre”: depurato dai dialettalismi più crudi e influenzato dal latino
                  » componente bizantina: emerge nel mantenimento del greco nella liturgia religiosa
                  » componente musulmana: emerge nell’ambito filosofico-scientifico (più sviluppati)
                  » componente francese: influenza dovuta dai rapporti tra normanni e Francia per cui
                     ci sono accenni della vasta cultura dei romanzi cavallereschi francesi
                  » componente latina: è alla base degli studi di retorica ed epistografia
                  » la Magna Curia è espressione di un progetto culturale unitario
                  » bilinguismo » volgare: produzione letteraria
                                          » latino: documentazione politica, diplomatica, amministrativa
                  » nelle poesie è presente il rimando alla lirica cortese con l’utilizzo dello stesso
                     linguaggio tecnico della poesia amorosa con il suo lessico “alto”
-          Caratteristiche » separazione tra poesia e musica (poesie destinate alla lettura individuale)
                              » questo per l’assenza di competenze musicali dei notai siciliani
                              » non è un’opera di professionisti, ma è un passatempo, svago rispetto alle
                                 proprie mansioni, pur affrontato con grande cura e passione
                              » insistenza di similitudini legate al mondo naturale deriva dallo studio delle
                                 scienze naturali proprio della cerchia federicana
                              » utilizzo delle forme metriche occitaniche (soprattutto la canzone)
                              » canzone » lessico “alto” e contenuto cortese
                              » canzonetta » registro medio e contenuto anche narrativo
-          Temi » è una poesia che ha come principale tema l’amore, da cui se ne sviluppano altri
               » abbandonato il tema politico, la poesia per loro era un’evasione dalla politica stessa
               » le basi dei temi di questa forma poetica derivano da quella provenzale in lingua d’oc
               » tòpos ricorrente del rapporto tra amante e donna, intesa come domina, “signora”
               » tema dell’ “amore da lontano” (amor de lonh) » innamoramento di un’immagine
-          Invenzioni » sonetto da Giacomo da Lentini, componimento privilegiato nelle cosiddette
                           tenzoni (= competizioni tra poeti della Scuola, scambi polemici di sonetti)
                        » endecasillabi = versi la cui ultima tonica è la decima sillaba
                        » settenari = versi la cui ultima tonica è la sesta sillaba
-          Sonetto = struttura breve di 14 versi endecasillabi di due quartine e due terzine
                         » rima alterna (ABAB-ABAB/CDC-ECE) o baciata (ABBA-ABBA/CDE-EDC)
-          Fine della scuola » coincide con la fine del regno svevo
                                  » sconfitti nella battaglia di Benevento (1266) Manfredi, figlio di Federico,
                                     e nella battaglia di Tagliacozzo (1268) Corradino, suo nipote
                                        » li sconfisse Carlo I d’Angiò, alleato al papa, che gli dà il Regno di Sicilia
                                        » con Carlo I tramonta l’esperienza poetica della Magna Curia
-          Nord » scuola siculo-toscana (Toscana, Marche, Umbria) che compì il processo
                  di “toscanizzazione” sui testi siciliani, forma con cui ci sono pervenuti i testi siciliani
               » diffusione nella zona adriatica, nordorientale con l’inserzione di trsti siciliani nelle
                  carte notarili dette Memoriali bolognesi

1 commento:

  1. un blog ricco di notizie specialistiche sulla letteratura, un composito compendio da seguire
    simonetta

    RispondiElimina